z
zeldathemes
che film é quello nella gif che hai postato prima?

Anonimo

Νon lo so 😩😩😩

I love you. I never hurt you on purpose. 
I don’t care.

Anche se il film non rende quanto il libro neanche minimamente.

La cosa più bella di te, è che non riesco a trovare neanche il principio di un paragone.

Non ”sei come”.

Non “sei più”.

"Sei".

E’ il resto semmai, a doversi adattare.
Malkavian Madness Network (via entropiclanguage)

Amo questa frase, questo blog, quest’uomo .

(via siamociochepossiamoessere)
Andiamo avanti solamente perché indietro non ci si può più tornare.
Mi stringeva la mano mentre andava tutto a farsi fottere, ma quella mano mi dava la sicurezza necessaria per risolvere i problemi.
Lo troverai in una folla intera, al primo sguardo, solo per il suo modo di camminare.
Alessandro Baricco (via lamoreperilibri)

New York
Parigi
Londra
Vienna
Helsinki
Roma
Madrid
Tirana
Budapest
Dublino
Berlino
Oslo
Barcellona
Buenos Aires
Rio de Janeiro
Panama
Cracovia
Praga
Mosca
Andorra
Canberra
Sydney
Bruxelles
Brasilia
Pechino
Nicosia
Copenaghen
San José
Il Cairo
Santo Domingo
Tokyo
Atene
Singapore
Lussemburgo
Rabat
La Valletta
Città del Messico
Monaco
Milano
Varsavia
Port Victoria
Washington DC
Los Angeles
Las Vegas
Città del Capo
Stoccolma
Berna
Tunisi
Honolulu

Da dove partiamo?

welcometomydarksidebro:

Sembra che lui cada ma ogni volta si rialza e ci riprova, ancora e ancora.

welcometomydarksidebro:

Sembra che lui cada ma ogni volta si rialza e ci riprova, ancora e ancora.

una-vita-che-aspetto:

stringimifraletuebraccia:

trecentochilometri:

promettimiditornare:

“So soltanto che a volte i ricordi fanno mancar l’aria”

Le lacrime

Sto piangendo come una demente. Perché a me certe cose non accadono mai? Io aspetto sempre ma poi non succede mai niente„

Sto sorridendo di più.
Rido di più.
Esco di più.
Ho mandato a fanculo le persone che non hanno saputo restare.
Ho buttato via tutte le lamette.
Sto imparando ad amarmi.
Mi sento più bella, mi sento abbastanza e non sto scherzando.
Mi sono stancata d’essere sempre la seconda scelta, mi sono stanca di pensare al negativo, mi sono stancata di ascoltare persone che non ascoltano me, mi sono stancata di stare sempre indietro senza nessuno.
La notte? ah, la notte non sento più quelle mancanze, non sento più il mio vuoto, non sento la solitudine.
Avevo un vuoto che mi pesava dentro ed ora? ora è tutto sparito, ed è tornata la voglia di vivere, cazzo viviamola ‘sta vita di merda.
Perché perdere tutto per qualcosa che ci fa star male? perché scegliere la strada più facile cioè la morte? perché dobbiamo tagliarci? perché dobbiamo non mangiare per essere abbastanza?
Per un momento, ascoltatemi:
Ne vale la pena soffrire? ne vale la pena piangere di nascosto?
Urlate, cazzo invece di piangere urlate con tutta la voce che avete.
Ridete, ridete forte, talmente forte che vi farete sentire da tutti, si perché non c’è cosa più bella di una risata.
E inviateli ‘sti cazzo di “mi manchi” che poi fate gli screen e scrivete “vorrei tanto mandarglielo” cazzo, che aspettate?
Vanno urlate le mancanze e non accettate.
Andate al mare, il mare aiuta, il mare è felicità.
Andate in giro con la vostra migliore amica o il vostro migliore amico e fate tante figure di merda, tante cazzate, divertitevi che la vita è una merda ma se va presa col sorriso forse non è tanto “merda”.
Mandate a fanculo quelli che non hanno saputo restare.
Prendete il primo treno e andate dal vostro ragazzo o ragazza a distanza, o migliore amica o amico a distanza, da chi cazzo vi pare.
Uscite e cercate questa cazzo di felicità, che per una volta ce la meritiamo, tutti.
Ballate, cantate anche se non avete una bella voce, fate arrabbiare tutti per dispetto, comportatevi male, fregatevene di tutto e tutti.
Buttate il passato alle spalle, che tanto è passato.
Aiutate quelle poche persone che vi stanno accanto e fatevi aiutare.
Salvatevi, per una buona volta prendete la vostra cazzo di vita godetevela.
Camminate, camminate fino a non sentire più i piedi, o correre fino a non sentire più le gambe.
Voi tutti siete abbastanza, abbastanza per essere salvati, abbastanza per essere amati, dobbiamo essere felici cazzo, per una volta.
Dobbiamo assaporare la felicità, dobbiamo prendere questo cazzo di cuore e ricucirlo per bene.
Per una volta, una santissima volta, dobbiamo vivere.
unlaze:

want 

unlaze:

want 

Ma che ti prende?
scoppi a ridere
e poi esplodi di dolore
crolli in silenzio
ti annulli
ti isoli
ti chiudi dentro te
con quegli occhioni fragili e spenti e lo sguardo vuoto
morendo dentro e non chiedendo mai aiuto.